La Magnetoterapia

Cos'è la Magnetoterapia e i suoi benefici

Che cos'è la Magnetoterapia ?

La Magnetoterapia è un’applicazione a scopo terapeutico di un campo prevalentemente magnetico originato da frequenze basse e alte. E' una cura efficace, sicura e non invasiva.
Si svolge a domicilio senza che sia necessario il supporto di un tecnico. E' indicata per il recupero di fratture, sostegno alla ricostruzione cartilaginea, artrosi, artriti, traumi, tendiniti, cervicalgia, riassorbimento di edemi.

Il campo Magnetico

1.) Agisce sulle cellule lese rigenerandole e migliorando la cinetica enzimatica
2.) Ripolarizza le membrane cellulari favorendo il processo di osmosi e ristabilendo la condizione fisiologica della cellula.

Promuove un’accelerazione di tutti i fenomeni riparatori stimola la rigenerazione dei tessuti favorisce la ricostruzione ossea è un sostegno alla ricostruzione cartilaginea
ha un’azione biorigenerante, antinfiammatoria, antiedematosa, antalgica produce un’azione antistress.

SENZA EFFETTI COLLATERALI E SENZA L’IMPIEGO DI FARMACI

Campi di utilizzo

1

FRATTURE

5

CERVICALGIA

2

TENDINITI

6

TRATTAMENTO RIABILITATIVO POST INTERVENTI DI CHIRURGIA ORTOPEDICA

3

ARTROSI

7

TRAUMI

4

ARTRITI

8

RIASSORBIMENTO DI EDEMI

I Benefici della Magnetoterapia ad alta frequenza

1

FUNZIONE ANALGESICA

2

ACCELERA I PROCESSI DI CURA

3

STIMOLA LO SCAMBIO CELLULARE

4

MIGLIORA L'OSSIGENAZIONE E IL NUTRIMENTO DEI TESSUTI

5

AZIONE ANTINFIAMMATORIA

6

STIMOLA IL RIASSORBIMENTO DEGLI EDEMI

7

MIGLIORA IL FLUSSO CAPILARE

8

RIGENERA LE CELLULE PRIVE DI ENERGIA

9

FAVORISCE LA CONSOLIDAZIONE OSSEA

10

ACCELERA LA RICOSTRUZIONE DEI TESSUTI

* La bibliografia da cui sono tratte queste informazioni è basata sui dati di MEDLINE ed è  presente nelle pubblicazioni del NATIONAL INSTITUTE OF HEALTH, USA 1989.

PER AGEVOLARE I PAZIENTI OFFRIAMO IL SERVIZIO DI CONSEGNA DELL'APPARECCHIO.

LAURA COSTA 3483521082

Controindicazioni
Pazienti con pace-maker, donne in gravidanza, bambini al di sotto dei 12 anni, condizioni tumorali.